Ultragramscismo, stadio terminale del social-imperialismo

L’integralismo pseudo-marxista, e pienamente social-colonialista di vecchi rottami mai-marxisti, come te Isaia, dimostra che la Storia non passa mai, almeno in certi angoli oscuri dell’anarchismo piccolo-borghese, che si reputa marxista sol perchè ha pienamente e inconsapevolmente sposato la tesi, ruffiana e geopoliticamente connivente con Londra, degli stessi Marx-Engels, la cosiddetta tesi dei ‘popoli senza storia’, oggi sublimata nell’ultragramscismo (non sei bordighista o chissacché altro) che ignora totalmente le questioni cruciali dell’imperialismo e del nazionalismo, per immergersi nell’immaginario funny and only western world della ‘produzione fabricchista’ tra la decadente FIAT e l’ancor più decadente PSA. Altri, prima di te, hanno assolutizzato la visione dell’occidente quale ‘Mondo’, i risultati sono stati il nullismo anarcoide del linkskommunismus, o la creazione reazionaria, ritrovando se stessi, dei rizzi, schachtman e burnham, che da critici-critici del ‘socialsciovinismo sovietico-terzomondista’, sono diventati i cantori dell’estremismo occidentale del managerialismo statunitense, che invade e s’impone sul resto del mondo. E di fatti, non è un caso che i super critici-critici, assai meno all’acqua di rose e pecorecci di te, caro Isaia, come Goldner, Mattick pater et filii, e Korsch, siano finiti negli USA, ad animare il circo mediatico-culturale imperialista. Quel fattore oggettivo che, non a caso, copri a sinistra denigrando ‘le borghesie stataliste’. Un buon alibi, per supportare con fraseologia ‘marxistoide’ fatti e atti dell’imperialismo. Non sei neanche originale, né unico, in Grecia ‘ultramarxisti’ come te ululano contro l”imperialismo nazista cino-russo-iraniano’, invocando maggiori investimenti per l’industria bellica greco-atlantista e maggior supporto alle libere democrazie operaie di Israele, Qatar e Arabia Saudita… Difatti, hai ricevuto i complimenti solo da chi, in italia e in Siria, acconciandosi da superivoluzionario, plaude e saluta il linciaggio di postini e alla fucilazione di contadini di Aleppo. Preparati, che una sahariana per un CTV* in Siria, per te, è sempre a disposizione… Figlio degenere della degenerata ideologia ultra-gramscista; adorante tra i vitelli d’oro del sub Marcos, degli Ingrao e delle Pussy riot della mercificazione alienante, che tanto adori.
Gratta gratta, sotto la vernice rossa del comunardo, si scopre la brutta scorza del colonizzatore razzista e assassino“…

La Questione Siriana e la malattia senile del terzomondismo.

*Corpo Truppe Volontarie, ovvero le truppe fasciste italiane spedite in Spagna per reprimere la Repubblica socialista ‘borghese’.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s